News‎ > ‎

A Sulmona l'ottava edizione della Scuola di Liberalismo

pubblicato 26 ott 2017, 09:23 da enrico morbelli   [ aggiornato in data 26 ott 2017, 09:24 ]
Si terrà a Sulmona dal 6 novembre al 18 dicembre 2017 il corso di formazione politica diretto da Elvira Cerritelli ed Enrico Morbelli, e tenuto da: 

Giacomo Bandini, Mario Barbi, Giandomenico Barcellona, Giuseppe Basini, Franco Chiarenza, Giuseppe De Filippi, Pietro Di Muccio de Quattro, Pino Ferzoco, Saro Freni, Nicola Iannello, Pietro Paganini, Fabrizio Politi, Alessandro Rico, Luca Tedesco

 • La Scuola è sorta a Roma nel 1988 ed ha finora svolto la sua attività in quindici città d’Italia. Il corso – centodecimo dalla fondazione – è organizzato dalle associazioni SdL Scuola di Liberalismo e Progetto 2000 con la collaborazione di Competere e con il patrocinio dell’ISPLI, Istituto storico per il pensiero liberale. 

• Gli iscritti di età inferiore ai 30 anni potranno concorrere ad alcune borsepremio redigendo una tesi di fine corso. Gli allievi migliori saranno segnalati all'Institute of Economic Studies di Parigi (www.ies-europe.org) per essere invitati ai suoi seminari estivi. 

• Le iscrizioni si ricevono per posta elettronica scrivendo a scuoladiliberalismo@teletu.it e formalizzando (€ 15 per gli studenti e € 35 per gli altri) alla prima lezione utile. Chi seguirà due terzi delle lezioni riceverà l’attestato di frequenza. Informazioni telefonando al 338.7595303 o al 347.0763185. 

• La frequenza alla Scuola dà anche diritto al credito scolastico per gli iscritti alle secondarie di secondo grado di Sulmona e a 6 crediti di tirocinio formativo per gli scritti alla Facoltà di Economia dell’Aquila che - oltre a frequentare il corso - redigeranno la tesina finale. 

• Le lezioni di questa 8^ edizione sulmonese - coordinate da Luciano Angelone e Pino Ferzoco - si svolgeranno di regola il lunedì e il venerdì, dalle 18 alle 20 nel salone di Casa Capograssi in via Papa Innocenzo VII, 11. Il corso verrà inaugurato lunedì 6 novembre alle ore 18 con la lezione introduttiva di Giuseppe De Filippi, giornalista del TG5.

Comments