News‎ > ‎

Lo "squalo" e le leggi razziali

pubblicato 26 ott 2017, 08:56 da enrico morbelli
Giovedì 28 settembre 2017 alle ore 17.30 nella Sala Einaudi di Confedilizia (Palazzo Bernini al Corso - via Borgognona 47 - Roma) Scuola di Liberalismo presenta il saggio Lo "squalo" e le leggi razziali - Vita spericolata di Camillo Castiglioni, di Gianni Scipione Rossi Rubbettino Editore. 

Intervengono Giovanni Belardelli, ordinario di Storia delle dottrine politiche all'Università di Perugia; Teodoro Katte Klitsche de la Grange, avvocato, giurista, direttore di "Behemoth"; Guido Melis, ordinario di Storia delle istituzioni politiche alla Sapienza di Roma.

Modera Enrico Morbelli, direttore della Scuola di Liberalismo. Sarà presente l'autore

Una vita spericolata, che sembra un romanzo, quella del triestino Camillo Castiglioni (1879-1957), che da Vienna riuscì a edificare un impero industriale e finanziario tra i più rilevanti della sua epoca. Amico di Ferdinand Porsche ed Ernst Heinkel, porta al successo la Austro-Daimler e la Bmw, mentre costruisce aerei e dirigibili. Proprietario di banche, acciaierie, giornali, aziende elettriche, con la Comit di Giuseppe Toeplitz e la Fiat di Giovanni Agnelli partecipa all'espansione economica italiana nell’Europa centrale e balcanica dopo la Grande guerra. Collezionista d’arte e mecenate, collabora con la diplomazia italiana e aderisce al fascismo ma, nonostante si appelli al duce, non ottiene la "discriminazione" dalle leggi antiebraiche né riesce a riparare negli Stati Uniti. Tra cadute e rinascite, lo “squalo” – sospettato di aver riciclato in Svizzera fondi neri di Mussolini e Ciano – s’inventa sempre nuove imprese. Fino a ingaggiare un epico duello legale con il maresciallo Tito. Attraverso una vita la complessità del Novecento.



INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO DEI POSTI

R.S.V.P. - 06.679.34.89 - roma@confedilizia.it

Comments